breaking news

Giovani e weekend di Ferragosto, in fuga ma solo per una “toccata”

agosto 12th, 2014 | by Red
Giovani e weekend di Ferragosto, in fuga ma solo per una “toccata”
#GenerationY
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Trenta milioni di italiani hanno scelto di non andare in vacanza in questa pazza estate 2014. Il numero tenderà certamente a diminuire in questa settimana di Ferragosto: tutti, ma proprio tutti, cercheranno nel loro salvadanaio qualche risparmio che forse non hanno tenuto in considerazione e magari azzarderanno un last minute per mollare un po’ con la vita quotidiana e fuggire, anche solo per qualche giorno, altrove.

Un po’ è fisiologico, un po’ premeditato, soprattutto per gli amanti del suddetto last minute, che aspetteranno ancora qualche giorno e poi si scateneranno nella caccia al volo+hotel all’estero.

E sì, perché almeno di questo siamo certi: la tendenza per le vacanze quest’anno è esterofila e se le code in autostrada non saranno più da bollino nero, gli aeroporti saranno sicuramente colmi di gente che ha deciso di farsi il week end lungo.

Pag, niente da invidiare a Ibiza

Giovani in testa, che anche quest’anno voleranno verso le più famose isole del divertimento. Ibiza in cima a tutte, ovvio, ma anche le “cugine” dell’Adriatico da qualche anno spopolano tra le mete più gettonate dai ragazzi. Una su tutte: Pag, in Crozia.

Da qualche anno ormai, Pag viene lettaralmente presa d’assalto dagli under 30 di tutta Europa soprattutto per via dei suoi Music Festival: si balla sulla spiaggia fino all’alba, con dj internazionali, mentre di giorno il paesaggio “lunare” invita al relax, ai bagni di sole e ai tuffi in un mare azzurro cristallino.

Divertimento sì…

L’anima di Pag è senza ombra di dubbio Zrce Beach, la spiaggia più famosa, lungo la quale sorgono i locali e le discoteche più in voga, come il Papaya, il Kalipso tanto per citarne alcuni. E che dire del NOA? Un locale in mezzo al mare! È una piattaforma circolare raggiungibile solo in barca dove di notte si balla, di giorno si prende il sole su comodi lettini.

Planjca Beach invece è senz’altro la spiaggia più bella: sabbia bianca finissima e mare limpido. Qui i giochi acquatici la fanno da padroni, compresi i waterball. Sorseggiare un aperitivo in riva la mare al tramonto diventa davvero un momento unico. I Boat Party & Fish Pic Nic, le feste a tema (ce n’è una al giorno praticamente) e le feste danzanti in mezzo al mare sono davvero incredibili.

Atro fattore da tener presente è la distanza minima almeno per noi italiani e dunque la facilità con cui si può raggiungere: Pag infatti, si trova a poco meno di 200 chilometri da Trieste, è collegata con la terraferma da ponte che arriva a Zara, quindi ci si può tranquillamente arrivare in macchina. Un paesaggio incantevole, fatto di lussureggiante vegetazione e 60 chilometri di coste, oltre che di baie e romantiche calette.

…ma anche cultura

È un’isola antica, quindi anche ricca di cultura: la città di Pag risale al 1400 e conserva perfettamente edifici di interesse storico, come la basilica gotica di S. Marija il cui rosone centrale richiama i famosi merletti – uno dei prodotti tipici dell’isola. Appartenuta per secoli alla Repubblica di Venezia, ancora oggi si possono ammirare gli stipiti scolpiti nelle case e nei cortili dei nobili di un tempo, i balconi in perfetto stile barocco e i portali in pietra, compreso quello del palazzo ducale.

Se considerate che tutto questo si può avere a prezzi veramente contenuti, non resta che preparare un trolley e partire!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *