breaking news

Il Capodanno dei giovani? Tra Riviera romagnola, sciate e grandi concerti

dicembre 29th, 2014 | by Red
Il Capodanno dei giovani? Tra Riviera romagnola, sciate e grandi concerti
#GenerationY
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il conto alla rovescio è già cominciato. Messi in archivio i bagordi del Natale, è ora di decidere in che modo trascorrere la notte più lunga dell’anno, quella che ci proietterà nel 2015. Molte famiglie, tanto per cambiare, hanno scelto di restare a casa o, comunque, di non andare oltre il classico veglione o cenone. Ma la nostra #GenerazioneY chi la tiene a freno? Nessuno.

In queste ore i più giovani stanno definendo i dettagli delle loro vacanze per il capodanno o, nella peggiore delle ipotesi, stanno convincendo gli ultimi amici indecisi a preparare il trolley e partire. Per andare dove?

La montagna italiana batte le capitali europee

Stando a ScuolaZoo, quest’anno vince l’Italia. Niente capitali estere (o, almeno, non per tutti): quest’anno si va in montagna a sciare. Oppure sulla riviera romagnola, dove tra discoteche ed eventi a ripetizione non ci sarà mai tempo per annoiarsi.

Sul fronte neve, le località che stanno andando per la maggiore, tra i giovani, spiccano Piancavallo e il Passo del Tonale. Ma c’è da scommettere che – grazie alle proposte last minute o alla possibilità di risparmiare affittando case vacanze – anche nelle altre località sciistiche del Nord ci saranno tanti giovani in cerca di divertimento sulle piste da sci e nei locali.

Nel centro sud si scia a Roccaraso e Campitello Matese

Sugli Appennini, invece, vince come sempre Roccaraso, dove tra l’altro è anche possibile pattinare nel monumentale palaghiaccio. Un servizio in più per coloro che amano le discipline sportive invernali.

Restando nel centrosud, richiama l’attenzione anche Campitello Matese, dove al termine delle giornate passate sulle piste, ci pensano direttamente gli alberghi a organizzare eventi e a regalare divertimento a giovani e non.

Ma non tutti preferiscono andare in montagna nel periodo a ridosso del Capodanno. Per due motivi. Il primo: preferiscono rimandare le sciate di qualche settimana, quando le offerte per le settimane bianche si fanno più convenienti. Il secondo: a Capodanno si organizzano sempre spettacoli interessanti nelle grandi città.

A Rimini di scena il concertone del trio Gazzè-Fabi-Silvestri

Per la sera del 31 dicembre molti giovani si stanno dando appuntamento sulla Riviera Romagnola. I navigatori satellitari sono quasi tutti programmati con destinazione Rimini, dove cresce l’attesa per il grande concerto di quello che è stato ribattezzato come il Capodanno più lungo del mondo.
Nel piazzale Fellini si esibiranno Max Gazzè, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri. Il trio “made in Rome” proporrà brani del disco di platino “Il padrone della festa”. Ma naturalmente la festa a Rimini non finisce qui: tra eventi e spettacoli si andrà avanti fino a metà gennaio.

Appuntamenti imperdibili a Roma e Napoli

Altro “ever green” di San Silvestro è il concerto nella Capitale, per essere più precisi al Circo Massimo. A Roma si parte con gli Spiritual Front e Gemitaiz & Madman, a seguire spazio al cantautore Alessandro Mannarino. Dopo il countdown di mezzanotte, di scena il concerto dei Subsonica.

Anche a Napoli c’è molta attesa da parte dei più giovani: per il tradizionale appuntamento in piazza Plebiscito ci sono nomi del calibro di Gigi D’Alessio, Francesco Renga, Anna Tatangelo, Alex Britti ed Enzo Avitabile, solo per citarne alcuni. I Ditelo Voi, Antonio D’Ausilio e Biagio Izzo porteranno nella celebre piazza partenopea tanta sana comicità.

Sud a gonfie vele: Capossela a Bari, De Gregori a Cosenza

Scendendo ancora più giù, da segnalare un altro imperdibile appuntamento per la Generazione Y (ma anche con coloro che hanno la carta d’identità più sbiadita…): a Bari si esibirà Vinicio Capossela, mentre in quel di Cosenza ci penserà Francesco De Gregori a rendere magica la notte di San Silvestro.

Il Capodanno più alternativo? Ad Assisi, da San Francesco

Ma forse la festa più alternativa di tutte è in programma ad Assisi: per il Capodanno Francescano sono attesi circa duemila giovani. Il Capodanno all’insegna della spiritualità prenderà il via nel pomeriggio del 31 dicembre per concludersi la mattina del primo gennaio.
Prima di salutarci e metterci in marcia verso il nuovo anno, auguriamo a tutti i nostri lettori un 2015 ricco di desideri realizzati, obiettivi raggiunti e – naturalmente – tanti tanti viaggi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *