breaking news

Capodanno nei migliori Ristoranti di Cannes

dicembre 21st, 2008 | by Red
Capodanno nei migliori Ristoranti di Cannes
#Foodies
3
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Chi l’ha detto che per trascorrere un Capodanno indimenticabile sulla Costa Azzurra bisogna fare necessariamente le ore piccole nei locali notturni? In effetti c’è anche chi preferisce trascorrere la serata al ristorante.
O, perlomeno, preferisce andare a ballare – o comunque fare festa per il nuovo anno – a stomaco pieno. E fa bene. Perché la Costa Azzurra è ricca di Ristoranti davvero particolari, dove poter trascorrere un Capodanno indimenticabile.

Centinaia di ristoranti e pietanze assolutamente originali

Ci sono alcune centinaia di ristoranti dove è possibile trovare davvero di tutto: dai ricci di mare con frittura locale al sushi giapponese, dal manzo francese all’antilope africana, dalle verdure ripiene allo struzzo australiano, dalla salsa bernese all’harissa e altre salse dolci o piccanti importate dalle rive del Volga o dagli arcipelaghi polinesiani.

Insomma: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Soprattutto a Cannes, dove l’originalità, il lusso e l’eccentricità sono decisamente di casa. Ma volendo fare una lista di quelli più particolari, si può immaginare un ipotetico podio.

Tre ristoranti interessanti a Cannes

Sul quale si può piazzare senza timori di smentite il famoso ristorante dell’Hotel Martinez a Cannes, La Palma d’oro. Qui le stelle sono di casa, a partire da quelle della Michelin. Questo ristorante, con vista sulla Croisette, può essere l’ideale per una cenetta a due o con gli amici.

Nella sala da pranzo decorata con le fotografie di star (tanto per restare in tema…), i migliori chef di fama internazionale propongono un’infinità di piatti tutti ugualmente creativi e preparati con prodotti di gran qualità. Qualche esempio degli anni precedenti per rendere l’idea?

“La Palma d’oro” della cucina

L’orata alla provenzale accompagnata da filetti di triglia, i deliziosi infarciti o, ancora, il semplice filetto di manzo servito con salsa di vino rosso del Var. Naturalmente ogni anno il menu cambia e viene impreziosiot con novità rilevanti. Ciò che invece non manca, la possibilità – allo scoccare della mezzanotte – di godersi lo spettacolo dei fuochi d’artificio sul mare.

Un altro ristorante è “Le Royal Gray“. Un’altra tappa obbligatoria è da prevedere. Un albergo all’apparenza senza molte attrattive. Ma la sua tavola raggiunge livelli a dir poco eccellenti. La cucina è meravigliosamente conforme alla regione e ai suoi prodotti.

”Le Royal Gray” e i granchi blu

Anche in questo caso qualche esempio può rendere l’idea (e far venire l’acquolina in bocca): i granchi blu pescati al largo di Cannes, semplicemente passati in padella e insaporiti con curcuma; il rombo arrostito con i carciofi alla salvia; la “cassolette” di fave verdi al foie gras; l’anatra servita con sottili fettine di patate e tartufi.

E si potrebbe continuare all’infinito, visto che gli chef non difettano affatto di creatività. Ma per capire se davvero ne valga la pena, non resta che provare qualche piatto di persona.

Al “Felix” una bouillabaisse da… Oscar

Viene servita una squisita ed eccellente cena anche al “Felix” sulla Croisette, un ottimo indirizzo che viene a torto trascurato da molte guide. I patron hanno scelto una cucina in stile brasserie, ma di gran livello. Il servizio in sala è affidato a personale gentile ed efficiente.

I pesci – rombo, triglie e branzino – sono davvero freschi, ma bisogna lasciarsi tentare anche dal delizioso carré d’agnello. Qui si può trovare la bouillabaisse – ossia la tipica zuppa di pesce provenzale – più buona del mondo.
Bon appetit!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

3 Comments

  1. sara says:

    E’ stupendo conoscere usi, costumi e cucina della Costa azzurra.

  2. ortis says:

    dice bene Sara, a leggere quest’articolo viene proprio voglia di degustarle queste specialità

  3. linda says:

    L’alta cucina francese, però io preferisco l’italiana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *