breaking news

Pasqua, vacanze alla scoperta del misterioso sito di Stonehenge

marzo 3rd, 2014 | by Red
Pasqua, vacanze alla scoperta del misterioso sito di Stonehenge
Gran Bretagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Da sempre mi ha affascinato il sito neolitico di Stonehenge. L’anno scorso, proprio nel periodo a cavallo della Pasqua, ho organizzato una vacanza a Londra e mi sono tolto la curiosità di vedere da vicino questi enormi massi che dovrebbero rappresentare una sorta di osservatorio astronomico dell’antichità o, comunque, un luogo di culto – dal sapore esoterico – che richiama la cultura celtica e i suoi sacerdoti, i druidi.

Di certo oggi il sito caratterizzato dalla presenza degli impressionanti megaliti è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. E non poteva essere altrimenti: al di là dell’imponenza del “tempio”, l’atmosfera che si respira in questo sito archeologico è da brividi. Sarà per le leggende che aleggiano su Stonehenge, sarà per la bravura delle guide a coinvolgere i visitatori nelle antiche vicende della terra britannica, fatto sta che quelle enormi pietre mi hanno lasciato di… sasso.

Come hanno fatto a piazzarle lì? Il peso di ogni singolo masso deve essere enorme e i mezzi e l’ingegno dell’epoca erano limitati. Posizionarli così non è stata una passeggiata, a meno che non erano i mattoncini Lego con cui giocavano fantomatici giganti. E poi cosa rappresentano? Mistero. Questi gli interrogativi che mi stavo ponendo quando il suono di un clacson mi ha fatto capire che, se avessi tardato ancora qualche istante, avrei perso l’autobus per Salisbury e la coincidenza per Londra.

Sarebbe stata la ciliegina sulla torta di un viaggio fantozziano. Che ho deciso di raccontarvi, proprio per farvi evitare gli errori che ho commesso io. All’inizio tutto è filato liscio. Dopo aver consultato tutti i voli per Londra all’indirizzo www.volagratis.com, sono me ne sono andato a spasso per la capitale londinese a godermi locali e monumenti. Uno spasso: me la sono goduta alla grande.

La disavventura è cominciata quando ho deciso di partire, senza prima informarmi per bene, alla volta di Stonehenge. Ebbene: ho scoperto che mezzi pubblici che puntano dritti al sito archeologico non ce ne sono. In treno al massimo si arriva fino a Salisbury. Alla fine così ho fatto, perdendo però del tempo prezioso nei vari spostamenti, date le difficoltà nel far coincidere gli orari.

E non potete immaginare la mia gioia, di ritorno a Londra, nello scoprire che anche dalla capitale del Regno Unito si organizzano gite in autobus con visite guidate a Stonehenge. Sarebbe bastato prenotare e in meno di un paio di ore avrei raggiunto la meta prefissata.

In effetti, una volta a Salisbury, ho dovuto riorganizzarmi. Ma ne è valsa la pena. Non solo perché il (presunto) luogo di culto dei celti fa venire la pelle d’oca, ma anche perché ho scoperto, grazie a un tour “tutto compreso”, che Salisbury è una bella località, impreziosita dalla presenza di una cattedrale semplicemente spettacolare.

Non tutti i mali vengono per nuocere, penserai tu che mi stai leggendo. Io dico che hai ragione fino a un certo punto. Perché un amico che ha fatto la stessa esperienza mi ha fatto notare che lui ha prenotato on line ed è andato in pullman da Londra, risparmiando tempo e soldi.

Però, dai, alla fine mi sono divertito comunque. Ho conosciuto tante persone e visitato luoghi interessanti. E poco importa se ho buttato via qualche ora in più. Di tempo per divertirmi a Londra ne è rimasto comunque!

Inutile starvi a raccontare le passeggiate lungo il Tamigi, il Big Ben, Buckingham Palace o la cattedrale di St. Paul, solo per citare qualche classico. Vai e fatti un’idea di quanto possa essere istruttiva e dunque interessante una visita a Londra. Quello che posso consigliarti è che se stai cercando voli low cost Londra, visita il sito volagratis.com. Io mi sono trovato davvero bene.

In alternativa – della serie: tentar non nuoce – prenota i tuoi voli British Airways: una compagnia di bandiera può sempre riservare qualche piacevole sorpresa in termini di offerte e sconti. Un’altra cosa posso dirla: la sera nei locali mi sono divertito alla grande. In ogni quartiere si respira aria di festa e di grande coinvolgimento. Soprattutto si va a tutta… birra!

La maggior parte dei pub sono costosi, è vero. Ma se ci si muove in compagnia di amici (chi non ha un amico a Londra?) ci si diverte anche con poco. In tal senso la compagnia migliore è quella degli universitari, veri esperti di feste e di risparmio. Parola di chi ha già fatto esperienza direttamente sul campo!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *