breaking news

Capodanno ad Amsterdam divertimento per tutte le tasche

dicembre 1st, 2013 | by Red
Capodanno ad Amsterdam divertimento per tutte le tasche
Capitali Europee
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il Capodanno si avvicina e ancora non ho idea di dove andrò quest’anno. Non sarà facile ripetere l’esperienza dell’anno scorso, quando ho scelto di passare qualche giorno ad Amsterdam: che sballo, ragazzi! Quasi quasi ci torno anche quest’anno.

Se non ci siete mai stati in questo periodo, ve lo consiglio. Tutto è nato quasi per caso, una sera a cena con i miei amici. Parlando del più e del meno ci siamo resi conto che nessuno di noi aveva mai visitato la capitale olandese, ma tutti avevamo voglia di andarci.

Il giorno seguente, dopo aver consultato tutti i voli low cost per Amsterdam su Volagratis.com, ho selezionato le offerte migliori e ho chiamato i miei “compagni di merende” per organizzarci. In men che non si dica ci siamo preparati per trascorrere qualche giorno in Olanda, a ridosso dell’ultimo dell’anno. Non vi nascondo che una delle prime tappe in assoluto l’abbiamo riservata ai coffee shop.

Ricordo ancora l’atmosfera unica del Green House, non molto distante dalla stazione centrale: bere un tè caldo mentre all’esterno quasi si congelava è stata un’esperienza più che rigenerante. La prima giornata è trascorsa così, a zonzo tra un locale e l’altro, tra una sbirciatina ai club a luci rosse e una birra, tra un hamburger e una partita a biliardo al Bull Dog, dove ne abbiamo approfittato per degustare qualche altro prodotto… tipico.

Nel frattempo abbiamo conosciuto una marea di persone: “Questo sì che è l’ombelico del mondo!”, mi sono detto osservando tutta quella gente di ogni razza o vestita in modi assurdi (dipende dai punti vista…) che popola le strade e le piazze di Amsterdam. Al secondo giorno di permanenza i miei amici mi hanno concesso un gran bel regalo: visitare qualche museo. Ho sempre desiderato vedere quello di Van Gogh, ma se devo dirvi la verità mi aspettavo di più. Personalmente ho trovato molto più interessante visitare il Rijksmuseum. Fatelo anche voi se vi capita l’occasione.

Interessanti la collezione di arte asiatica, ma io sono restato imbambolato soprattutto davanti alle tele della scuola fiamminga. Come restare insensibili, ad esempio, davanti a un’opera di Rembrandt? Per (s)fortuna c’è sempre l’amico che ti richiama alla realtà e che ti dice di fare in fretta, altrimenti avrei passato l’intera giornata in questo magnifico palazzo sulla Stadhouderskade.

La fretta dei miei compagni d’avventura, per inciso, aveva una sua motivazione: avevamo un appuntamento imperdibile con una crociera serale lungo i canali di Amsterdam. Devo dire che è stata un’idea eccellente: cenare su un’imbarcazione mentre davanti ai tuoi occhi scorrono, come in un film, le immagini che fino a qualche giorno prima avevo visto solo in cartolina, è stata un’esperienza unica. È stato in questi momenti che ho capito perché la capitale olandese è chiamata anche Venezia del Nord.

Ho compreso il motivo che ha spinto l’Unesco a dichiarare questo dedalo di canali Patrimonio dell’umanità. Finalmente è arrivato il giorno di San Silvestro. Dopo aver trascorso buona parte della giornata a fotografare monumenti e a fare soste strategiche nei locali, siamo arrivati al momento clou: il Capodanno in Piazza Dam!

Descriverlo non rende l’idea: c’è da uscire pazzi tra tutta quella gente, “armata” come noi di bottiglie di spumante e tanta voglia di fare baldoria. Dopo il concerto, il conto alla rovescia e gli spettacolari fuochi d’artificio che hanno dato il via a una delle feste improvvisate più belle della mia vita. In piazza non si è capito niente: fiumi di alcol e balli sfrenati, baci e abbracci. Dopo la mezzanotte ricordo che abbiamo vagato per la città: in qualche locale siamo riusciti ad entrare, in molti altri bisognava prenotare.

Se non vuoi fare il mio stesso errore, se vuoi trascorrere una fine e un inizio d’anno in uno dei locali più noti di Amsterdam, è il caso di prenotare in largo anticipo sul web. Un altro consiglio: organizzati subito anche per il viaggio. Prenota i tuoi voli Ryanair su Volagratis: in questo periodo, infatti, si riescono ancora a strappare offerte interessanti. A maggior ragione se per te è più comodo raggiungere uno degli aeroporti della Capitale.

Non ci credi? Allora cerca i tuoi voli Roma-Amsterdam economici su internet e scoprirai che passare qualche giorno di allegria in Olanda – possibilmente in compagnia di amici – non solo è possibile, ma è addirittura conveniente. Io un’esperienza del genere l’ho fatta e vi assicuro che non mi è costato tanto. Se fossi restato in Italia – con quello che ti fanno pagare in vestiti e cenone – forse avrei speso molto di più.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *