breaking news

Visitare Roma in 2 giorni: goditi il meglio in 10 tappe

ottobre 30th, 2017 | by Red
Visitare Roma in 2 giorni: goditi il meglio in 10 tappe
#Experience
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Visitare Roma? Le cose da vedere sono davvero un’infinità e, come spesso si dice, non basterebbe una vita per ammirarle tutte.

Se però avete in programma di soggiornare nella città eterna solo un paio di giorni, è fondamentale pianificare un itinerario che comprenda i punti di interesse più importanti, in modo da tornare a casa potendo dire di conoscere Roma almeno un po’.

Ci sono tanti modi di strutturare un buon itinerario per visitare Roma in 2 giorni che tenga conto dei vostri interessi, dei vostri tempi e della vostra resistenza!

Noi vi proponiamo il nostro, che comprende tutte le attrazioni principali. Potete usarlo integralmente o solo prenderne spunto.

VISITARE ROMA: PRIMO GIORNO

Prima tappa: Città del Vaticano

Uno degli spazi pubblici più grandi al mondo, è dominato dalla strepitosa Basilica di San Pietro, scrigno di opere d’arte inestimabili, prima fra tutte la Pietà di Michelangelo.

Se riuscite salite sulla cupola (551 scalini), la vista su Roma da qui è superba. Per arrivare in Piazza San Pietro scendete alla fermata della metro Ottaviano San Pietro.

Un consiglio: andateci al mattino presto quando ancora la folla dei turisti è contenuta.

Seconda tappa: Musei Vaticani

I suoi sette chilometri di superficie espositiva contengono più capolavori di quanti ne ospitino molti piccoli Paesi. I musei si trovano nel Palazzo Apostolico Vaticano e mettono a disposizione dei visitatori una delle collezioni d’arte più grandi del mondo.

Per una visita panoramica andate sicuramente alle Stanze di Raffaello, al Museo Pio-Clementino (per estasiarvi davanti al Laocoonte e l’Apollo del Belvedere), alla Pinacoteca (non perdetevi la Trasfigurazione di Raffaello), la Galleria delle Carte Geografiche e ovviamente alla strepitosa Cappella Sistina, capolavoro di Michelangelo.

Calcolate per la visita almeno 2 ore.

Terza tappa: Castel Sant’Angelo

Si trova poco lontano dalla Basilica di San Pietro, al termine di Ponte Sant’Angelo. Ci arrivate percorrendo tutta via della Conciliazione.

Venne fatto costruire dall’imperatore Adriano 135 d.C. sull’area degli “Horti Domiziani” perchè diventasse la tomba imperiale per sé ed i suoi successori. Nel 271 venne inglobato nelle mura Aureliane prendendo l’aspetto di un vero avamposto. Aureliano lo trasformò in castello.

Quarta tappa: Piazza Navona

Con i suoi splendidi palazzi barocchi e le magnifiche fontane (tra cui quella dei Quattro fiumi del Bernini), è sicuramente una delle attrazioni principali di Roma. È sempre invasa da una folla di turisti, ritrattisti e artisti di strada.

La sua forma ricalca quella di un antico stadio (era lo stadio di Domiziano) e il suo aspetto monumentale è dovuto alla volontà di Papa Innocenzo X.

Quinta tappa: Pantheon

Uno dei simboli di Roma, rappresenta il monumento antico meglio conservato della Capitale. Vale veramente la visita. Con i magnifici mosaici e la strepitosa cupola (la più grande del mondo in calcestruzzo armato), vi lascerà stupiti.

Dedicato a tutti gli dei e fatto costruire da Agrippa tra il 27 e il 25 a.c, ricostruito poi da Adriano tra il 118 e il 125 d.C, fu ispirazione dei più grandi architetti del Rinascimento.

Sesta tappa:Fontana di Trevi

Non si può andare via da Roma senza averla vista. L’impatto è quello da togliere il fiato.

Realizzata con travertino, marmo, intonaco, stucco e metalli, rappresenta Oceano su un carro trainato da due cavalli (uno selvaggio e l’altro docile, ad indicare i diversi umori del mare) a sua volta guidati da tritoni.

Settima tappa: Piazza di Spagna

Circondata da palazzi color ocra, con la sua famosa scalinata di Trinità dei Monti (completamente restaurata e ritornata al suo antico splendore) ai cui piedi si trova la celebre fontana della Barcaccia è un’altra attrazione imprescindibile.

È infatti senza dubbio una delle più belle e famose piazze di Roma e tra le mete preferite dai turisti di tutto il mondo oltre che dai romani stessi.

Potete arrivarci scendendo alla fermata della metro Spagna.

VISITARE ROMA: SECONDO GIORNO

Prima tappa: il Colosseo

Simbolo della grandezza e del potere di Roma, l’Anfiteatro Flavio, è il più famoso e imponente monumento della Roma antica e attrazione che richiama ancora, dopo duemila anni, circa 5 milioni di visitatori l’anno.

L’anfiteatro fu fatto costruire dall’imperatore Vespasiano sui terreni del vasto complesso della Domus Aurea neroniana. I lavori iniziarono nel 72 d.c. e terminarono nell’80 d.c. sotto l’imperatore Tito. Con il recente restauro ha riacquistato la magnificenza di un tempo.

Il nostro consiglio è quello di iniziare il tour di mattina presto per evitare le ore di maggior affollamento e di caldo. Portatevi bottigliette d’acqua e qualcosa da mangiare.

Eviterete così di spendere un patrimonio acquistandoli nei bar o nei furgoncini di via dei Fori imperiali.

Seconda tappa: piazza Venezia

Situata ai piedi del Campidoglio, dove si incrociano cinque fra le più importanti strade della capitale, è Dominata dalla mole del Vittoriano. Questo edificio è nato nel 1885 per commemorare l’unità d’Italia, ma oggi è dedicato al milite ignoto.

Vi segnaliamo che per rispetto al luogo è proibito sedersi e i controllo sono ferrei. La vista che si gode dalla terrazza in cima è impareggiabile. Potete raggiungere la sommità del Vittoriano con l’ascensore panoramico in vetro accessibile sul lato dell’edificio.

È situata ai piedi del Campidoglio, dove si incrociano cinque fra le più importanti strade della capitale.

Terza tappa: il Campidoglio

Il Campidpoglio è il più famoso e più piccolo colle romano. Sicuramente il modo più spettacolare per arrivarci è percorrendo la Cordonata, la scalinata che conduce da Piazza d’Aracoeli alla piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo.

Qui si trova la copia perfetta del monumento equestre a Marco Aurelio. L’originale si trova ai Musei Capitolini (attrezzato per i disabili) situati sulla destra della piazza.

I musei capitolini rappresentano il più antico museo pubblico del mondo.

INFORMAZIONI PRATICHE PER VISITARE ROMA

Musei Vaticani: da lunedì a sabato 9.00-18.00 (ultimo ingresso alle 16 e uscita dalle sale mezz’ora prima della chiusura).

Basilica di San Pietro: 1° ottobre – 31 marzo tutti i giorni 7.00-18.30 /1° aprile – 30 settembre tutti i giorni 7-19.00. Ingresso libero.

Castel Sant’Angelo: tutti i giorni 9.00-19.30 (la biglietteria chiude alle 18.30). Intero €10, ridotto €5.

Musei Capitolini: tutti i giorni 9.30-19.30 , 24 e 31 dicembre 9.30-14. La biglietteria chiude un’ora prima. Chiusi il 1 gennaio, 1 maggio, 31 dicembre.
Intero €14, ridotto €12.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *