breaking news

Schede di ingresso ai turisti per l’Isola di Pasqua

settembre 18th, 2009 | by M.An.To
Schede di ingresso ai turisti per l’Isola di Pasqua
Viaggi avventura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Isola di Pasqua: turisti sì, ma solo se entrano schedati. E’ il risultato di una protesta messa in piedi dalla popolazione dei  Rapa Nui che sono riusciti ad ottenere questa misura dal governo cileno. Sono circa sessantamila i visitatori che ogni anno sbarcano sull’isola a sud dell’Oceano pacifico e gli abitanti dell’isola, do mesi di protesta sono riusciti ad ottenere il provvedimento, richiesto solo per controllare i flussi turistici dell’isola.

La ‘tarjeta turista‘  infatti, non limiterà né impedirà le visite degli stranieri: sarà solo un modo per avere informazioni sui turisti e controllarne, in futuro, i flussi. Dunque ogni turista che deciderà di visitare l’isola di Pasqua, dovrà possedere un documento chiamato ‘Scheda di visitante Rapa Nui‘, che verrà controllato nell’aeroporto dell’isolotto.

Un “prezzo” tutto sommato ragionevole per visitare l’isola di Rapa Nui, nome originale dell’avamposto, ribattezzato Isola di Pasqua dopo il primo sbarco  sull’isola da parte degli europei, ad opera dell’olandese Jakob Roggeveen, che vi approdò il lunedì di Pasqua del 1722. Inserita nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità (World Heritage Sites) dell’Unesco, è una delle terre più isolate al mondo, con un paesaggio spettacolare, caratterizzato da scogliere verticali, grotte, campi di lava e laghi di origine vulcanica. Rapa Nui è anche considerata una delle isole più misteriose di sempre per via delle statue Moai, giganti in pietra disseminati sull’isola di cui nessun studioso fino ad ora è riuscito a capirne l’origine.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *