breaking news

Scoprire gli angoli segreti della capitale inglese sulle tracce di 007

marzo 2nd, 2009 | by Red
Scoprire gli angoli segreti della capitale inglese sulle tracce di 007
Capitali Europee
3
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

In perenne movimento, Londra vive a ritmi inarrestabili ed è in continuo fermento creativo anche sotto il profilo urbanistico, soprattutto da quando è riuscita a conquistare il titolo di sede dei Giochi Olimpici del 2012 strappandolo ad altre illustri pretendenti come Mosca, New York, Madrid e Parigi. Una grande metropoli che vanta un’immensa varietà culturale, dove convivono modernità e tradizione in uno straordinario groviglio di contraddizioni: gli stereotipi della famiglia reale, il tè delle cinque, i taxi neri e gli autobus rossi, monumenti e musei, spiccano accanto alla London Eye, la ruota panoramica sul Tamigi, alla City Hall dalla cupola disegnata da Norman Foster e un’infinità di altri luoghi meno noti, ma tutti degni di essere scoperti per assaporare l’autentico London way of life.

Si tratta di angoli quasi familiari grazie a film di successo che hanno trovato in questi quartieri le location ideali. Come il recentissimo Quantum of Solace, uscito nelle sale cinematografiche italiane lo scorso 7 novembre, l’ultimo della fortunata serie di film dedicati a James Bond, l’agente segreto più famoso del mondo. Rimasti con il fiato sospeso nel 2006, anno di uscita nelle sale di Casinò Royale, i fan di 007 hanno atteso il nuovo episodio che ha sbancato i botteghini di tutto il mondo (solo in Italia oltre 3 milioni di euro di incasso e primo posto tra i film più visti dopo una sola settimana di programmazione). Ciò anche grazie all’attore inglese Daniel Craig (alla sua seconda prova nei panni di Bond) e alla conturbante Bond Girl Olga Kurylenko (attrice di origine ucraina al centro di un’accesa polemica per aver scelto di interpretare il ruolo di un agente segreto inglese!).

La pellicola offre l’occasione per scoprire la Londra segreta di  James Bond e di lan Fleming, il suo creatore (nel 2008 ricorreva anche il centenario della nascita dello scrittore) attraverso un itinerario che si snoda tra i quartieri londinesi di Mayfair e Belgravia, dove visse Ian Fleming, e Chelsea e Kensington, dove si scovano luoghi legati alla figura di James Bond. Si tratta di zone ubicate in zone centrali e dunque facilmente raggiungibili e visitabili anche a piedi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

3 Comments

  1. lenavenia says:

    londra è stupenda

  2. ortis says:

    un articolo scritto in modo magistrale, complimenti all’autrice!

  3. linda says:

    Mio figlio ha fatto un corso come ingegnere del suono a Londra. Io ono andata a trovarlo e lui mi ha fatto visitare anche delle cose che normalmente non si visitano, e ho potuto ammirare Londra sotto tutti gli aspetti. La consiglio. E’ una città da vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *