breaking news

Vacanza in montagna a Madonna di Campiglio

febbraio 23rd, 2011 | by paperone
Vacanza in montagna a Madonna di Campiglio
In montagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Certo avrete già sentito nominare questo famosissimo centro del turismo internazionale. Sia d’estate che d’inverno, Madonna di Campiglio attrae migliaia di persone per l’eccezionale bellezza della sua natura e per la sua magnifica organizzazione turistica.

Volete passeggiare godendovi l’incantevole visione della più affascinante montagna? Ebbene, Madonna di Campiglio offre sentieri deliziosi fra prati e boschi che guidano a numerose e bellissime mete. Il Campo Carlo Magno, è un ampio e verdeggiante bacino con un laghetto, con alberghi, con ville e sciovie, posto ai piedi del massiccio della dolomitica Pietra Grande e sullo spartiacque fra il Torrente Sarca di Campiglio e il Torrente Meledrio. Più avanti, infatti, si comincia a discendere la solitaria Val Meledrio che, estesa fra le ultime propaggini della Presanelle e delle Dolomiti di Brenta, raggiunge la Val di Sole. Il Belvedere di Lares, da cui si ammira un meraviglioso panorama dell’intero Gruppo di Brenta; la Malga e il Lago Ritorto, posti in suggestiva località fra boschi, il rifugio di Nambino e il Lago di Nambino, assai pescoso, sui pendii della Presanella.

Se, invece, amate le escursioni, cioè delle passeggiate più lunghe e impegnative, ecco che Madonna di Campiglio indica: il giro dei Cinque Laghi, e precisamente dei laghi di Nambino, Serodoli, Gelato, Nero e Ritorto, tutti assai interessanti per i panorami e le località da attraversare. Inoltre, potete giungere rapidamente, in seggiovia, o attraversando il bosco in un paio d’ore. Al Rifugio Agostini a Pratelago; e, pure in seggiovia o a piedi, alla vetta del Monte Spinale, subito sovrastante Madonna di Campiglio e vigilato tutt’intorno da uno straordinario anfiteatro delle cime dolomitiche di Brenta. Sullo Spinale, d’inverno, chi è appassionato dello sci, può lanciarsi su magnifiche piste nevose. Infine se amate le escursioni vere e proprie, le scalate, le cordate acrobatiche su per rocce strapiombanti, ecco a vostra disposizione l’eccezionale palestra di guglie, di pareti, di canaloni, di ghiacciai, di creste, di campanili. I celeberrimi campanili: Basso e Campanile Alto di Brenta. In tantissimi alpinisti hanno dato la scalata a questi due torrioni che scattano arditissimi verso il cielo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *