breaking news

Skipass stagionali in Valle d’Aosta. La crisi si combatte con i prezzi fissi

settembre 17th, 2009 | by M.An.To
Skipass stagionali in Valle d’Aosta. La crisi si combatte con i prezzi fissi
In montagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Novità per gli sciatori amanti della Valle d’Aosta. A partire dal prossimo  inverno sarà possibile acquistare  gli skipass stagionali a prezzi fissi.  Lo ha deciso “Siski” la società che gestisce i servizi integrati per lo sci nella regione.  Lo scopo è quello di favorire  sempre maggiore afflusso di sciatori.  Così il prezzo dello skipass ‘rosso intero’ che sarà valido da ottobre  2009 fino a  maggio 2010 sarà di 850 euro. La versione con validità fino a Zermatt costerà 1.000 euro.

Sono in programma anche sconti piuttosto convenienti per gli over 65 e per gli under 12. Gli skipass potranno essere acquistati negli uffici della Siski a Saint Christophe, o via internet, oppure nelle biglietterie delle principali società funiviarie.
Con lo skipass stagionale saranno incluse varie offerte ‘dopo sci’, tra cui l’ingresso gratuito agli stadi del ghiaccio di Aosta e Courmayeur, piste di fondo valdostane, siti museali ed espositivi di Aosta e Gressoney-Saint-Jean, piscine di Pré-Saint-Didier, Gressoney-Saint-Jean, Saint-Vincent, Verres, Variney (Gignod), Aosta, Breuil-Cervinia e Valtournenche, castelli di Gressoney-Saint-Jean, Issogne, Verres, Fenis e Sarre, Forte di Bard e il Museo delle Alpi, casinò de la Vallee.

Inoltre saranno previsti sconti per l’ingresso alle terme di Pré-Saint-Didier. I possessori di skipass avranno anche diritto a sciare gratuitamente sulle piste di Verbier/4 Vallees in Svizzera (Verbier, Nendaz, Veysonnaz, Thyon, La Tzoumaz, Bruson) con ritorno gratuito attraverso il tunnel del Gran San Bernardo; all’assicurazione; e all’ingresso nei baby park di Antagnod e Fontaney (Champoluc-Ayas), Torgnon, Dolonne (Courmayeur), Cervinia, La Thuile, Champorcher, Saint-Bartlemy (Nus), Col di Joux, Rhemes-Notre-Dame, Estoul (Brusson), Valgrisenche e Gressoney-La-Trinité. Più di così!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *