breaking news

In estate e in inverno Bardonecchia a tutto sport

dicembre 1st, 2010 | by Red
In estate e in inverno Bardonecchia a tutto sport
In montagna
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La suggestione dell’ambiente naturale che la circonda e l’ospitalità della gente di montagna sono state la molla che ha spinto lo sviluppo del settore turistico a Bardonecchia a partire dal 1870, con l’apertura del traforo ferroviario del Frejus.
La trasformazione da borgo montano a paese di frontiera destò l’interesse dell’élite torinese e genovese che all’inizio la raggiungeva per soggiornarvi principalmente durante la stagione estiva, ma ai primi del ‘900 la fondazione di uno sci club diede un nuovo impulso turistico alla località.
Con il passare degli anni la sua felice posizione, protetta all’interno di una conca, e la grande varietà di sport che vi si possono praticare hanno fatto di Bardonecchia la frequentatissima località di villeggiatura che conosciamo.
L’incremento dei flussi turistici ha ovviamente causato il potenziamento della ricettività e oggi a Bardonecchia hotel, alberghi, residence e strutture extra alberghiere sono in grado di soddisfare ogni esigenza con la massima  professionalità e servizi di altissimo livello.
Bardonecchia e sport è quindi un binomio nato oltre un secolo fa e progressivamente la città si è dotata di infrastrutture per attività sportive di ogni genere e in ogni stagione diventando il posto giusto per lo sport a 360 gradi.
Gli amanti della montagna invernale a Bardonecchia trovano 21 impianti di risalita, con una capacità di trasporto oraria di 30.000 persone, e 100 di piste di cui 35 chilometri coperti da impianti per l’innevamento programmato.
La ski area è formata da due comprensori sciistici con caratteristiche differenti: uno, servito dagli impianti del Jafferau, offre piste panoramiche ad alta quota ed emozionanti fuoripista primaverili mentre l’altro, costituito dagli impianti di Melezet, Colomion e Les Arnauds, racchiude una fitta rete di piste ampie tracciate in prevalenza tra i boschi.
In aggiunta ci sono tracciati per lo sci di fondo, lo snow park, un half-pipe olimpico, tre percorsi segnalati per escursioni con le racchette da neve, trekking a cavallo, pattinaggio, arrampicata su ghiaccio, e la sempre più popolare pratica del Winter Bike può contare su ben quattrocento chilometri di sentieri, serviti dagli impianti di risalita, adatti ad ogni livello di preparazione.
E per continuare il divertimento sulle piste fino a tarda sera si può partecipare allo Snowcat Safari, un’escursione in notturna a bordo di un gatto delle nevi oppure fermarsi a gustare una cena presso i rifugi e gli chalet in quota e scendere con gli sci ai piedi lungo le piste illuminate dalla luna.
Nella bella stagione, quando il candore della neve lascia il posto al verde dei boschi e dei prati, Bardonecchia e le sue valli propongono infinite possibilità escursionistiche.
Strade militari, mulattiere e sentieri offrono percorsi assolati o tra la frescura dei boschi, dal fondovalle alle cime delle montagne; ci sono itinerari adatti a semplici passeggiate o a escursioni impegnative e al trekking, da esplorare in sella a un cavallo o pedalando sulla mountain bike.
Chi preferisce camminare in gruppo può partecipare alle gite organizzate in compagnia di animatori e guide, ma da soli o in compagnia non mancate di concedervi qualche sosta gustosa presso i rifugi e gli alpeggi che assicurano un vero e proprio viaggio tra i sapori tradizionali della montagna piemontese.
Le pareti di roccia quasi inaccessibili di Bardonecchia assicurano emozioni forti agli appassionati di alpinismo e arrampicata sportiva mentre chi è alla ricerca di adrenalina pura può sfidare i propri limiti, a bordo di canoe e gommoni, cimentandosi con il canyoning e il rafting.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *