breaking news

Le Vacanze nel Salento tra spiagge e mare

aprile 12th, 2010 | by Red
Le Vacanze nel Salento tra spiagge e mare
Al mare
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Per molti turisti il motivo principale delle vacanze nel Salento consiste nel richiamo della bellezza delle sue coste e dalla purezza delle acque con i loro colori caratteristici e all’altezza di competere almeno con la Sardegna, e non a caso si sono guadagnate le molto ambite Bandiere Blu di Legambiente e del Touring Club.

Il mare del Salento è in grado di attrarre sia gli amanti dei paesaggi rocciosi, come quelli che prevalgono sul versante adriatico, sia di quelli più sabbiosi, prevalenti sullo Ionio ma presenti anche sull’altro versante.

Spostarsi da una costa all’altra non presenta eccessive difficoltà, considerate le infrastrutture presenti sul territorio e alle distanze abbastanza contenute.

Durante gli ultimi anni il turismo balneare ha avuto un notevole slancio, grazie anche all’apertura di numerosi lidi che si sono attrezzati per rispondere in maniera più efficiente alle esigenze dei turisti. Questi infatti vi trovano piena soddisfazione a prescindere da interessi, età, tipologie familiari ed economiche.

Il tratto di costa del Salento che va dal confine brindisino alla Riserva naturale Le Cesine è prevalentemente sabbiosa (Torre Rinalda, Torre Chianca, San Cataldo e Torre Specchiolla).

Sul versante adriatico l’offerta balneare è concentrata prevalentemente nei comuni di Melendugno (Torre dell’Orso e San Foca), Otranto (Porto Badisco, Laghi Alimini, Frassanito), Santa Cesarea Terme, Trifase, Castro e Santa Maria di Leuca.

Se tra Otranto e San Foca vi sono in prevalenza spiagge, scogliere basse e di media altezza, scendendo da Otranto verso Santa Maria di Leuca invece, la costa assume fatture molto più ripide e assolutamente incantevoli, interrompendosi solamente in alcuni tratti per far posto a piccole marine.

Sul versante costiero occidentale invece le mete più gettonate per le vacanze nel Salento si collocano su litorali per lo più sabbiosi, ma anche su paesaggi caratterizzati da scogliere più o meno basse, tra cui le più alte sono situate a Santa Caterina.

L’offerta si concentra nei comuni di Patù (Torre San Gregorio), Salve (Marina di Pescoluse, Torre Pali), Marciano di Leuca (Torre Vado), Ugento (Torre Mozza, Lido Marini, Torre San Giovanni), Gallipoli (Rivabella, Lido Conchiglie, Torre del Pizzo, Lido San Giovanni, Marina di Mancaversa), Nardò (Santa Cateria, Santa Maria al Bagno, Torre In serraglio, Torre Squillace), Porto Cesareo e Torre Lapillo, fino al confine con la provincia di Taranto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *