breaking news

Estate 2017: Calabria tra le mete top del New York Times

luglio 6th, 2017 | by Red
Estate 2017: Calabria tra le mete top del New York Times
#Sleepy
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Estate 2017: c’è la Calabria tra le mete top. Lo dice anche il New York Times. Sì avete letto bene: per uno dei giornali più importanti al mondo tra le mete più interessanti da visitare durante questa calda estate spicca proprio la terra dei Bronzi di Riace.

Tra le mete 52 località selezionate in tutto il mondo, la Calabria conquista la 37esima piazza, rappresentando con orgoglio tutto il Bel Paese.

Tra i motivi che hanno spinto i cronisti a stelle e strisce a selezionare la Calabria spicca la buona cucina. Da questi parti si mangia davvero bene. Per noi italiani questa non è di certo una novità. Lo sappiamo bene, ma rinfrescarsi la memoria (e il palato) non guasta mai.

Se poi all’enogastronomia ci aggiungi mare e spiagge (che nulla hanno da invidiare alle mete esotiche) oltre alla possibilità di immergersi nella storia e nella cultura della Magna Grecia… beh… non resta che prenotare le vacanze in Calabria e partire.

Estate 2017 sul Mar Jonio

Sì, ma dove andare? In molti scelgono il versante jonico. In particolare il Golfo di Squillace – ossia il tratto compresa fra Isola di Capo Rizzuto a Punta Stilo, passando per Soverato – di anno in anno fa registrare un confortante incremento del numero di presenze turistiche. E anche per l’estate 2017 si annuncia il gran pienone.

Il mare è bello, la gente è ospitale, le strutture sono accoglienti e i lidi attrezzati (a differenza di quanto alcuni siano portati a credere). In realtà c’è proprio tutto da queste parti, compresa la possibilità di concedersi delle escursioni nei parchi dell’entroterra o di visitare siti di particolare interesse storico-archeologico.

Soverato, la perla dello Jonio

Tra le località balneari di maggior richiamo va segnalata senz’altro Soverato, definita a ragione la “Perla dello Jonio”. Non a caso sulle sue spiagge sventolano le bandiere Blu e Verde.

Interessanti i lidi, i chioschi, i locali e i ristoranti tipici. Ma anche il borgo antico merita una visita, magari con una sosta nella chiesa di Maria Santissima Addolorata, dove è possibile ammirare la Pietà del Gagini, autentico capolavoro cinquecentesco.

Le spiagge di Copanello e Le Castella

Tra le spiagge di grido – sempre in questa area – ci sono anche quelle di Copanello, con la sabbia dorata. Spettacolari le scogliere a picco sul mare. L’acqua, pulitissima e dunque trasparente, è un invito a nozze per gli amanti dello snorkeling: il fondale è ricchissimo di pesci.

E un tuffo a Le Castella (Isola di Capo Rizzuto)? Un sogno fare il bagno a due passi dal castello aragonese. Ma non solo: nei fondali ci sono anche il relitto di una nave e un presepe subacqueo. Tra un tuffo e l’altro, poi, si può ammirare l’Area marina protetta di Capo Rizzuto, oppure visitare il Parco archeologico di Capo Colonna.

I parchi naturali

E a proposito di parchi naturali, merita senza dubbio una segnalazione il Parco Naturale Regionale delle Serre. Lo trovi tra la Sila e l’Aspromonte; un paesaggio da cartolina con boschi incantevoli, tra i quali si insinuano animali di ogni specie e corsi d’acqua che qua e là formano spettacolari cascate.

Puoi seguire tantissimi itinerari, ma fra i tanti suggeriamo quello che vi consente di visitare la Certosa di Serra San Bruno. Un’occasione anche per ritemprare lo spirito.

Se procedete verso nord, invece, la tappa obbligatoria è da fare al Parco nazionale della Sila. Non è semplicemente il regno degli escursionisti o degli amanti della fotografia, ma un luogo che accoglie a braccia aperte – con tante iniziative – anche le famiglie con figli al seguito.

Per i più piccoli vengono organizzate diverse iniziative. E in ogni caso c’è anche la possibilità di svagarsi in un parco avventura. Non mancano i musei, mentre per gli irriducibili del trekking c’è solo l’imbarazzo della scelta: ci sono sentieri per complessivi 600 chilometri.

I parchi archeologici

Escursioni a parte, spostandosi da una località all’altra si scopre che questa terra è ricchissima anche di storia e di monumenti o siti di un certo interesse da visitare. Qualche accenno lo avete già trovato leggendo questo articolo, un altro lo facciamo ora, segnalando il Parco archeologico Scolacium (Skylletion per gli antichi greci), in quel di Roccelletta di Borgia.

Ecco: in un colpo solo si ha la possibilità di ammirare reperti risalenti all’epoca della colonizzazione della Magna Grecia, quelli del periodo della dominazione dei Romani (foro e teatro), fino ad arrivare al Medioevo.

Il museo presente nel parco offre la possibilità di fare un vero e proprio viaggio nel tempo in una terra bellissima, da sempre: la Calabria. Ieri la sceglievano greci e romani, mentre in questa estate 2017 la puoi scegliere tu per una vacanza che oltre a mare e solo può offrire molto di più.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *