breaking news

Mini crociere da Orlando Floride alle Bahamas

novembre 30th, 2012 | by Red
Mini crociere da Orlando Floride alle Bahamas
Crociere
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Ci sono molte navi da crociera, che fanno l’imbarcazione da Orlando, in Florida, per delle crociere ai Caraibi Bahamas. Molte compagnia offrono delle mini crociere tra due e cinque notti a prezzi abordabile per le coppie e le famiglie, offrendo una grande varietà di comodità di servizi ed escursioni.

La compagnia di crociere Carnival ad esempio, propone una mini crociera di 3 giorni da Orlando (Port Canaveral) alle Bahamas. Il porto di destinazione della crociera è Nassau alle Bahamas, dove la nave puo attracca per un soggiorno di una notte o più. Le escursioni per questa crociera includono i viaggi alle Bahamas, tra cui snorkeling, vela, immersioni, tour storici, visite a escursioni spiaggia privata e la cena. Durante le crociere, scoprirete una vasta gamma dei migliori siti elencati nelle Bahamas, con una grande varietà di punti di caduta, scogliere, grotte e relitti, immersione più conosciuta per la loro ricchezza di fauna pelagica. Tra i migliori siti, ricordiamo a Bimini “Bull Run”, dove si intersecano spesso squali nutrice e demolite “Hesperus” più conosciuta alla nome relitto della tartaruga in quanto ospita generalmente delle tartarughe, barracuda, razze e dentici.

A Andros, potrete scoprire “Potomac” e il suo relitto rago steamer alloggio polpo, squali nutrice, murene e pesci pappagallo o “Apples”, una parete verticale coperta di corallo nero.

Il “Giardino del Mare” alle Berries sono il luogo preferito di molte specie di squali e razze aquila, mentre a Nassau avrete l’opportunità di scoprire il famoso relitto del film “mai e poi mai” da James Bond o il grande buco blu chiamato “Lost Blue Hole”. Senza dimenticare che alcuni crociere i più popolari visita Freeport, Nassau e isole private, come Half Moon Cay o Castaway Cay. Ben che le Bahamas ha più di 700 isole, meno di 50 sono abitate.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *