breaking news

Le scuole di samba sono la vera attrazione del Carnevale di Rio de Janeiro

gennaio 21st, 2009 | by Red
Le scuole di samba sono la vera attrazione del Carnevale di Rio de Janeiro
Brasile
3

Il carnevale a Rio de Janeiro, in Brasile, dura solo cinque giorni all’anno, ma esige mesi di preparazione. Come il calcio, si colloca sotto il segno della competizione e i club vengono qui sostituiti dalle «scuole di samba». Non si tratta, come si potrebbe credere, di corsi di danza, ma di associazioni formate dagli abitanti di un quartiere popolare, in genere una favela, uniti da legami molto stretti, il cui grande obiettivo, ogni anno, è quello di produrre lo show più bello, più ingegnoso, più trascinante per la grande sfilata della domenica sera sull’Avenida Rio Branco, al Sambodromo.

Si tratta dunque di decidere chi, di Mangueira, di Portela, di Imperlo Serrano e di alcune decine di altre scuole, orgoglio di Rio, compirà meglio la duplice missione di distrarre i suoi membri grazie a piacevoli prove pubbliche e di renderli sufficientemente entusiasti per conquistare il gran premio dell’anno, il prestigioso Stendardo d’oro, sul tema prescelto. Il culmine della festa, oltre alle ragazze seminude che sfilano in perizoma, coperte solo da stravaganti tecniche di body-painting e brillantini, è la grande sfilata durante la quale ciascuna delle «scuole di samba» presenta un tema diverso, preparato per molti mesi.

Il tema è in genere del tutto classico e deliziosamente ingenuo: «un ballo alla corte dell’imperatore», oppure qualcosa di futuribile, come «le ricchezze del Brasile». Ciascuno dei partecipanti compra il costume col proprio denaro, così che spesso è costretto a risparmiare per questo scopo durante tutto l’anno, cioè 365 giorni di stenti e risparmi per poter esibire il costume più spettacolare della sfilata, decorato con una miriade di piume colorate e paillettes. Uno degli elementi che sbalordisce i neofiti del carnevale è l’estrema raffinatezza che presiede alla festa. I costumi inventati nelle bidonville sono degni di un teatro e sono di un gusto pressoché infallibile. Ma non bisogna accontentarsi di assistere all’interminabile sfilata che costituisce l’apice delle notti di carnevale: ciò che avviene dietro le quinte non è meno importante di ciò che avviene sulla scena.
Le quinte sono i balli di quartiere, le gafieras, dove si preparano le vedettes, mentre il grao fino (la buona società), gli emarginati e altri nottambuli di ogni sorta organizzano i loro divertimenti a parte nel teatro Municipale o nei loro circoli preferiti. Imitare i ricchi, scimmiottare la corte imperiale, travestirsi da marchese incipriato o da principessa per un giorno fu per lungo tempo, per gli umili dalla pelle scura, la vera ragione per partecipare a questo mercato di illusioni. Il mercoledì delle Ceneri rimetterà ciascuno al suo posto.

Foto | Flickr

3 Comments

  1. ortis says:

    il carnevale di Rio è semplimente meraviglioso!

  2. Ale17 says:

    Che Saudade do Brasil!! Uno dei paesi più belli del mondo.. mi ha portato via un pezzo di cuore.. Sole, Mare, Sorriso e Festa e Samba!!

  3. linda says:

    Quando dici Brasile, dici Carnevale!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *