breaking news

Il Carnevale è soprattutto la festa dei bambini

gennaio 11th, 2009 | by Red
Il Carnevale è soprattutto la festa dei bambini
Carnevale
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Il calendario segna inesorabilmente, con il suo scorrere dei giorni, il passare del tempo, lo svolgersi dell’anno. I punti fermi, i riferimenti precisi della nostra vita familiare e sociale, restano le grandi feste religiose con il loro richiamo alla gioia o alla mestizia, al tripudio o alla penitenza, a cui si accompagna l’invito puntuale delle stagioni. Così, anche se “‘Epifania ogni festa porta via”, ci lascia il Carnevale, il periodo della spensieratezza, degli scherzi, dei balli, delle maschere; una fiammata di calda allegria prima che la Quaresima ci rinchiuda nel silenzio.

Il Carnevale è dei grandi, ma è anche e soprattutto dei bambini; non manchiamo quindi di farlo sentire e godere organizzando per loro delle festicciole mascherate, dedicandoci a trasformare un poco la casa in un ambiente adatto all’occasione, cercando soprattutto di parlare alla loro fantasia studiando graziose e allegre decorazioni e una gustosa merenda.

Palloncini, ghirlande di verde disposte sulle porte, aquiloni di carta colorata con le loro lunghe code di anelli, fiori di carta e festoni colorati e colori, tanti colori in modo da creare una chiassosa armonia.

Ogni cosa avrà un aspetto diverso, meno banale e più divertente e la tavola costituirà un grande richiamo per i bambini soprattutto se vi sarete sbizzarrite in mille piccole trovate; i piatti di carta potrebbero diventare allegri faccioni di clown; le banane, con due turaccioli dello spumante e un paio di cucchiaini di plastica, diventeranno barchette dondolanti sulla tovaglia e le brioches, rese scintillanti e colorate dai leccalecca più belli inviteranno i piccoli ospiti all’assalto di tutte quelle ghiottonerie.

La cioccolata in tazze è quasi indispensabile, cioccolata al latte o cotta nell’acqua, semmai come alternativa si proporrà il caffè-latte con l’aggiunta per l’una come per l’altro di una cucchiaiata abbondante di panna montata.

Altra alternativa il semifreddo, meno tradizionale, ma in genere accolto con entusiasmo, di crema, di cioccolato o profumato al caffè. In quanto a dolci, non mancheranno i tradizionali tortelli, le chiacchiere, le frittelle di cui grandi e piccini sono golosissimi, accompagnati da tante bevande analcoliche perché sono tutte leccornie che fanno gola e mettono molta sete.

Sarà bene anche offrire tanta frutta fresca o una buona macedonia che, naturalmente, non conterrà liquore, ma succo di limone o di arancia e molto zucchero.

Se volete presentare qualche dolce, scegliete quelli a base di frutta: torta di mele o strudel; indicatissime le gustose mele al forno riempite di marmellata o di crema pasticciera e servite tiepide. Squisite e molto apprezzate non soltanto dai bambini, le arance e i pompelmi tagliati a fette, conditi con sciroppo di zucchero. Anche le crostate alla crema sono adatte a una merenda per bambini e si tratta solo di preparare una tortiera foderata di pasta frolla e riempirla poi con una crema pasticciera; la guarnizione sarà fatta con un cordone di panna montata o con albumi d’uovo meringati o semplicemente con un cordone di marmellata o con uno strato di fette d’arancia prima zuccherate.

Non ci vuole molto per far divertire i bambini e per far loro credere almeno per una giornata di essere nel mondo delle favole.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    è vero il carnevale dovrebbe essere visto di più come un’occasione per far divertire soprattutto i bambini, spiegandogli magari anche il senso religioso che ha questa festa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *