breaking news

Carnevale a Salvador de Bahia

febbraio 16th, 2009 | by Red
Carnevale a Salvador de Bahia
Brasile
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

In Sudamerica il Carnevale ha sempre rappresentato un avvenimento di eccezionale importanza per le popolazioni, soprattutto per quelle più povere e più legate alle tradizioni. Certamente il Brasile ha il merito di aver dato origine a uno dei carnevali più tipici, più sfarzosi e più significativi del mondo.

Bahia, stato del Brasile orientale, e la città di Rio de Janeiro si contendono l’onore di essere stati la culla del Carnevale brasiliano: oggi si tende a pensare che nato a Bahia, sia stato in seguito trasportato a Rio. Salvador de Bahia è la terza città più popolosa del Brasile, dopo San Paolo e Rio de Janeiro. Fu fondata nel 1549 ed è stata la capitale del Brasile, fino al 1763. L’origine del Carnevale di Salvador de Bahia è comunque legata ad antichissime tradizioni del luogo e solo in seguito sono stati inseriti i carri allegorici, le maschere che lanciano fiori e i cortei, come in Europa. Questo Carnevale è comunque basato sulla musica e sulla danza, eseguita da gruppi di maschere.

A Salvador de Bahia le manifestazioni iniziano con una musica che risuona per le strade, amplificata da altoparlanti montati su camion. È il segnale atteso da tutti: una massa di persone si riversa nelle vie e balla dalle nove di mattina alle nove di sera al ritmo di samba, la danza regina del carnevale brasiliano, accompagnata dal “trios électrico”, una specie di orchestrina viaggiante, dove lo strumento principale è costituito dalla chitarra elettrica. La musica può venire eseguita anche dalle “batucadas”, pure queste orchestre ambulanti che si rifanno alle musiche della tradizione africana con i loro tamburi, tamburini, campanelli a percussione ecc. vengono ballati anche la “capoeria”, danza di origine angolana, e il “frevo”, simile alla polka. Colore, rumore, musica e spontaneità caratterizzano questo Carnevale, dove tutto il popolo partecipa alla grande festa.

I monumenti da visitare a Salvador de Bahia sono il quartiere Pelourinho, che raggruppa uno straordinario insieme di edifici coloniali del XVII e XVIII secolo , che l’UNESCO ha inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità. Poi c’è la grande Cattedrale, il cui altare centrale è lavorato in lamina d’oro, la Chiesa Domenicana, la Chiesa di San Pietro e la Chiesa di Nossa Senhora do Rosario dos Pretos, una chiesa realizzata dagli schiavi per gli schiavi. Il Museo delle Arti Sacre, la casa dello scrittore brasiliano più amato, Jorge Amado.

Raggiungibile dall’Italia con diversi voli per il Brasile con la Brasiliana Varig Airlines, Air France o altre compagnie aeree low cost.
Chi decide di trascorrere il carnevale qui, ha a disposizione una vasta scelta di soggiorno, ci sono appartamenti in affitto da 80 €. a notte come al Residence Vivenda 2 o al Mansao Visconti o al Mansao Vivaldi o i residence nel quartiere di Ondina. Non mancano gli ostelli a 14 €. a notte come il Nega Maluca Guesthouse, Albergue do Porto, Barra Guest House, Ostello Iemanja, Pousada dos Sonhos, Ostello degli Angeli e Ostello São Jorge. Bed & Breakfast a partire da 15 €. Alberghi da 5 stelle come il Zank Boutique o A Casa Das Portas Velhas , fino agli Hotel 3 stelle come il Pousada Barroco na Bahia.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. ortis says:

    Natasha hai scritto un bellissimo articolo, il Brasile è come Te: non delude mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *