breaking news

Visitare Firenze con bambini

ottobre 9th, 2017 | by Red
Visitare Firenze con bambini
#Experience
1
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

La prima cosa da fare quando organizzate un viaggio con bambini, è scegliere la destinazione giusta. Se volete infatti evitare di ridurre la vacanza ad un tour de force stancante per loro e, di conseguenza, anche per voi, è essenziale optare per un luogo dove anche i vostri pargoli si divertano e siano stimolati da ciò che visitano.

Firenze è una meta che accontenta grandi e piccini. Le attrazioni principali da visitare si trovano infatti nel centro storico che, essendo chiuso al traffico, è percorribile molto facilmente a piedi.

Il capoluogo toscano, poi, presta molta attenzione ai suoi piccoli visitatori con percorsi museali per famiglie, giardini, biblioteche ed eventi dedicati ai bambini.

L’ideale è visitare Firenze in 3 giorni. Potete infatti organizzare la visita con calma, alternando attrazioni e momenti di pausa e relax, avendo così il tempo di godervi tutto ciò che la città ha da offrire senza affannarvi.

Ecco l’itinerario che vi proponiamo per visitare Firenze in un weekend lungo (3 giorni).

PRIMO GIORNO

Prima tappa: il complesso del Duomo
E’ costituito dal Battistero di San Giovanni e dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la strepitosa cupola del Brunelleschi e l’elegante Campanile di Giotto. Se non volete mettere i bambini ko già il primo giorno, scegliete di salire in cima o solo sulla cupola o solo su campanile. Da entrambi si gode di una vista magnifica.

Seconda tappa: Piazza della Signoria
È circondata da alcuni degli edifici più famosi di Firenze ed è il fulcro della vita politica della città.
Fermatevi ad ammirare le bellissime statue che la caratterizzano, come la copia del David di Michelangelo o il Perseo con la Testa di Medusa del Cellini. Un’idea carina è farli giocare a fotografare quella che gli è piaciuta di più.
Visitate poi Palazzo Vecchio. Il museo ospitato all’interno è molto adatto per i bambini per i quali organizza visite guidate (da prenotare in anticipo sul sito del MUS.E).

Terza tappa: Giardini di Boboli
Dopo una giornata dedicata all’arte, portate qui i vostri figli a svagarsi un po’. Costituisce il primo esempio di giardino all’italiana. Ospita numerosissime opere di scultura di ogni epoca e alcune costruzioni in vario stile, come la fontana del Carciofo, la Grotta del Buontalenti, la fontana di Bacco e l’obelisco egiziano.
Ai piccoli turisti piacerà di sicuro e lo potete raggiungere con una passeggiata di meno di mezz’ora.
Se il tempo è brutto invece optate per la Biblioteca delle Oblate, dove potranno leggere, giocare o guardare un cartone.

SECONDO GIORNO

Prima tappa: La Galleria degli Uffizi
È il più antico museo d’Europa e contiene una delle maggiori collezioni di pittura al mondo (ci sono capolavori di Botticelli, Leonardo, Raffaello, Mantegna, solo per fare alcuni esempi) e può essere un’ottima occasione per iniziare i vostri bambini all’arte. Andateci al mattino, quando sono ancora calmi e riposati e quindi più ben disposti alla visita. Potete sfruttare i tour per famiglie.

Seconda Tappa: Parco delle Cascine
Dopo dopo la mattinata al museo avrete bisogno di un posto dove portare a sfogare i vostri bambini. Il Parco delle Cascine può rivelarsi una bella soluzione. Ottimo per fare un pic-nic all’ora di merenda. Se vogliono pattinare si possono noleggiare i pattini presso la piscina Le Pavoniere.

Museo di Galileo
Nelle immediate vicinanze degli Uffizi, è un’alternativa se il tempo è brutto.
Racchiude una bellissima collezione di strumenti ideati e realizzati dal grande genio. I bambini ne rimarranno affascinati.
Se siete a Firenze nel weekend, sappiate che il museo organizza “A tutta scienza”,un programma di attività pensato per i bambini e le loro famiglie. Per maggiori info consultate il sito del museo.

TERZO GIORNO

Prima Tappa: Piazzale Michelangelo e Giardino delle Rose
Potete andarci se volete ammirare una delle viste più belle di Firenze. Il piazzale è raggiungibile a piedi attraverso una scalinata non molto lunga ma ripida, oppure con il bus numero 13, che vi porterà direttamente a destinazione. Da lì spostatevi al Giardino delle rose, uno dei più bei giardini di della città. Ospita 1000 varietà di rose, è ad ingresso gratuito ed è aperto dalle 9,00 alle 20,00.
Passate la mattinata qui per fare giocare e correre i bambini. È accessibile ai passeggini perciò ideale se avete bimbi piccoli.

Seconda Tappa: Ponte Vecchio
È il ponte più famoso di Firenze e uno dei simboli della città. Il ponte ospita gioiellerie e botteghe orafe dove un tempo vi erano le botteghe dei macellai, riuniti tutti qui per evitare che il sangue e gli scarti delle carni provocassero cattivo odore nelle stradine del centro. Attraversatelo e mescolatevi alla folla di turisti sempre presente.

Terza tappa: Museo di Leonardo
È il primo museo interamente dedicato all’opera di Leonardo da Vinci. La visita divertirà i vostri bambini ma anche voi grandi, perchè vi permetterà di immergervi nel fantastico mondo di Leonardo attraverso i disegni, i modelli e le illustrazioni.
Terminata la visita fate una passeggiata per le vie della zona e portate i bambini a mangiare una schiacciatina toscana. Val davvero la pena fargli assaggiare questa gustosissima prelibatezza (a 10 minuti dal museo di Leonardo trovate Schiacciavino, uno dei posti migliori dove mangiarne una).

Fate una passeggiata fino in Piazza Duomo, che non è distante. Potete concludere il vostro itinerario passando la serata in questa zona, cenando in uno dei tanti ristoranti che la caratterizzano e godendovi la meraviglia della cattedrale illuminata.

Orari delle attrazioni

UFFIZI
Da martedì a domenica 8.15-18.50
Chiusura tutti i lunedì, 1° Gennaio, 1° maggio, 25 dicembre

MUSEO DI LEONARDO
Tutti i giorni 9,30-19,30 orario continuato
alle ore 19,00 chiusura dei biglietti di entrata alla cassa

MUSEO DI GALILEO
Dal lunedì alla domenica 9.30-18.00
Martedì 9.30-13.00
Chiuso il 25 dicembre e 1 gennaio

GIARDINI DI BOBOLI
Aperto tutti i giorni dalle 8,15. La chiusura varia nel corso dell’anno: chiude alle 16,30 a novembre, dicembre, gennaio e febbraio; alle 17,30 a marzo e nei giorni di ottobre in cui è in vigore l’ora solare; alle 18,30 ad aprile, maggio settembre e ottobre (solo in periodo di ora legale); alle 18,50 a giugno, luglio e agosto
L’ultimo ingresso è sempre un’ora prima della chiusura
I Giardini restano chiusi il primo e ultimo lunedì del mese; Capodanno, 1° maggio e Natale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. Giulia says:

    Davvero interessante e pieno di informazioni utili questo post :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *