breaking news

Vilnius Capitale Culturale Europea del 2009

ottobre 21st, 2008 | by Asia
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Vilnius, capitale della Lituania la più estesa delle repubbliche Baltiche, nel 2009 sarà pacificamente invasa dalla cultura che, nelle forme più varie, entrerà nelle sale e nelle vie della città, anche negli spazi finora non impiegati ai fini artistici.
Ben 160 gli eventi già nel programma “Vilnius, capitale europea della cultura 2009” (VCEC) che mira a soddisfare i gusti sia dei fini conoscitori, sia di coloro che solitamente non frequentano spettacoli culturali. Si prevede che oltre la metà degli eventi sarà fruibile gratis. Arti europee agli amanti delle arti.

Nell’arco di tutto l’anno gli esponenti riconosciuti del mondo della musica, della danza, delle arti figurative visiteranno la Lituania per presentare le proprie opere. Nell’ambito del programma avranno la pari importanza anche gli artisti lituani: è infatti la prima volta che la capitale europea della cultura si trova così lontano ad est, per cui se ne approfitta per far conoscere le sfumature lituane.
Il 31 dicembre del 2008 avrà luogo la cerimonia ufficiale di inaugurazione di “Vilnius, capitale europea della cultura 2009”. Il calendario e la descrizione dettagliata degli eventi verranno pubblicati sul sito internet www.culturelive.lt

Vilnius è una città che comunque merita una visita alla città vecchia inserita nell’elenco del patrimonio mondiale dell’Unesco, una città che incanta con il suo profilo costellato dai pinnacoli delle venti chiese ortodosse e trenta chiese cattoliche. In realtà è la più grande città vecchia barocca d’Europa, con un fascino unico e originale. Dalla Cattedrale barocca in salita sulla collina delle Tre Croci per vedere lo splendido panorama sulla città e poi, nel cuore della parte antica della città, in Piazza Cattedrale alla ricerca della mattonella con la scritta “stebuklas” (miracolo), il punto in cui nel 1989 terminava la catena umana da Tallinn a Vilnius per protestare contro l’occupazione sovietica. E poi ancora il palazzo presidenziale, le chiese di S. Michele e S. Anna (benedettina, capolavoro del gotico lituano, con tretatrè diversi tipi di mattoni rossi), vicoli acciottolati, antichi palazzi e scorci panoramici. I vivaci locali notturni e i curiosi mercatini, non dimenticate la visita al busto in bronzo dedicato a Frank Zappa, l’unico al mondo.

Da non perdere nei pressi di Vilnius è Tramai, antica capitale del Principato Lituano, a 28 Km da Vilnius, in una zona di laghi, foreste e colline. Da visitare il castello, gotico e in mattoni rossi, che si trova sull’isola del lago Galvé, circondato da un fossato e collegato alla riva da un ponte pedonale.

Vilnius è raggiungibile in volo con le compagnie flyLAL Lithuanian Airlines e Air Baltic.

Una vasta scelta di offerte di volo e camere in hotel a Vilnius

Altre info sul sito dell’Ente del Turismo Lituano

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

One Comment

  1. natasha says:

    In Lituania non ci sono ancora stata, ma ho intenzione di fare un tour in quelle zone. Sicuramente sarà interessante come la descrivi tu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *