breaking news

Viaggiart, ecco la App che ti segnala itinerari ed eventi culturali

settembre 8th, 2014 | by Red
Viaggiart, ecco la App che ti segnala itinerari ed eventi culturali
#Trolley
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Di pari passo con lo sviluppo degli smartphone e dei tablet – a momenti ti preparano anche il caffè durante le pause – è cresciuto anche l’uso delle applicazioni, le cosiddette “App”. Se ne trovano di tutti i tipi e naturalmente il settore turistico è tutt’altro che estraneo rispetto a questa nuova e utile “mania”.

Chi più, chi meno, ha sviluppato sistemi per aiutare i turisti a orientarsi in determinate località, oppure per trovare tutte le notizie utili, dall’alloggio al ristorante, dalle previsioni meteo ai percorsi per raggiungere determinate località.

Ma non tutti hanno avuto questa accortezza. Ecco, allora, che in questo panorama sempre più popolato dalle tecnologie, desta particolare interesse una nuova applicazione destinata agli enti locali. Per consentire loro, in prospettiva, di rendere fruibili i rispettivi beni culturali.

La App in questione si chiama Viaggiart: si propone di mettere a disposizione delle pubbliche amministrazioni un sistema moderno e pratico per accendere i riflettori sul proprio patrimonio artistico e culturale delle varie realtà italiane e, al tempo stesso, valorizzarlo anche al di là dei confini nazionali.

Una grande opportunità offerta ai Comuni

Le nuove tecnologie potranno così aiutare quei Comuni seriamente intenzionati a puntare le loro carte sullo sviluppo turistico. Ma soprattutto consentiranno a coloro che hanno la passione per i viaggi di muoversi con disinvoltura: basta passare la mano sul display e ricevere tutte le informazioni utili sui monumenti, gli eventi culturali in programma e quant’altro.

Naturalmente un’applicazione del genere consente anche di ricevere notizie sulle attività ricettive e ristorative, sulle attività organizzate in loco, sulle associazioni presenti e le loro iniziative. Oltre che naturalmente sui prodotti artistici, artigianali ed enogastronomici che rendono unico il “Made in Italy”.

Il tutto collegandosi al portale www.viaggiart.com o comunque scaricando la app compatibile per i dispositivi mobili. Si tratta, almeno potenzialmente, di un grande passo in avanti per il settore turistico italiano.

In effetti, nonostante l’Italia sia il Paese che in assoluto custodisce la stragrande maggioranza dei beni storici, artistici e culturali presenti al mondo, è sempre costretta a inseguire gli altri: in diversi Stati sono organizzati molto meglio e offrono servizi decisamente più efficienti. Con questo risultato: le presenze nei Paesi esteri crescono, in Italia diminuiscono.

Una grande beffa per quello che a ragione viene chiamato il Bel Paese. Ai singoli Comuni, dunque, viene affidato il compito di colmare almeno in parte il “gap” tecnologico con gli altri Paesi, mettendo a disposizione dei turisti strumenti che ormai fanno parte della quotidianità non solo delle nuove generazioni, ma anche di una buona parte di quelle persone di mezza età cresciute con la tv in bianco e nero e con il telefono a gettoni.

Anche i viaggiatori aiutano l’App a crescere

Tra l’altro questa App è davvero… coinvolgente. Anche gli utenti, a loro volta, hanno la possibilità di inserire informazioni utili per gli altri viaggiatori. Foto e schede dei luoghi d’arte, consigli per trovare la guida turistica o il negozietto originale, storie e curiosità legati alle singole località renderanno più divertente – ma soprattutto utile – questa nuova applicazione.

In particolare per i Comuni più piccoli e di conseguenza meno conosciuti o comunque fuori dai grandi circuiti turistici, Viaggiart può rappresentare una svolta positiva: si avrà cioè a disposizione uno strumento di promozione del territorio che ha davvero delle enormi potenzialità.

Questo strumento, almeno nelle intenzioni, accorcia le distanze tra la cosiddetta Italia minore e i viaggiatori. Ma soprattutto li tiene costantemente aggiornati. A patto che non ci si fermi mai. Una buona pianta, per crescere, deve essere nutrita continuamente.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *