breaking news

Roma: Ponte e Castel Sant’Angelo

marzo 26th, 2013 | by Red
Roma: Ponte e Castel Sant’Angelo
Arte & Cultura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Soggiornate a Roma in un dei tanti bed and breakfast al centro di Roma. Non sapete da dove iniziare la vostra visita della Città Eterna? Bene, vi do io un consiglio, potreste iniziare dal Ponte Sant’Angelo e dal Mausoleo di Adriano meglio noto come Castel Sant’Angelo.

Ponte Sant’Angelo (conosciuto anche ponte Elio o ponte di Adriano) venne edificato nel 134 d.C. dall’imperatore Adriano per collegare il suo mausoleo alla riva sinistra. Prese il nome attuale nel VI secolo sotto papa Gregorio Magno dal Castel Sant’Angelo che in origine era il mausoleo di Adriano. Nel 1535, per volere di Clemente VII, furono poste le statue di san Pietro e san Paolo e, successivamente, i quattro evangelisti ed i patriarchi Adamo, Noé, Abramo e Mosé. Nel 1669 il Bernini, su incarico di Clemente IX, disegnò un nuovo parapetto sul quale furono installate le statue di dieci angeli e furono tolte le precedenti sculture ad eccezione di quelle di san Pietro e san Paolo. Nel 1893 le arcate assunsero l’aspetto definitivo.

Gli angeli, scolpiti sotto la direzione del Bernini, sono raffigurati con gli strumenti della Passione:

  • Angelo con la colonna;

  • Angelo con i flagelli;

  • Angelo con la corona di spine;

  • Angelo con il sudario o Angelo con il Volto Santo;

  • Angelo con la veste e i dadi;

  • Angelo con i chiodi;

  • Angelo con la croce;

  • Angelo con il cartiglio;

  • Angelo con la spugna;

  • Angelo con la lancia.

Da questo ponte deriva il nome del rione Ponte.

Il Castel Sant’Angelo o Mausoleo di Adriano, è un monumento di Roma venne fondato da Adriano nel 125, su modello del mausoleo di Augusto, e portato a termine nel 139. La fabbrica presentava una base cubica, rivestita in marmo e decorata con un fregio a lesene angolari e teste di buoi. Il fregio, dal lato del fiume, presentava i nomi degli imperatori sepolti nel mausoleo. Sul cubo di base era posto un tamburo sopra il quale si trovava un tumulo di terra alberato e circondato da statue. Sul tumulo, infine, erano posta una cella ed una quadriga in bronzo raffigurante Adriano rappresentato come il sole.

Il nome attuale risale solamente al 590 quando, in seguito ad una processione organizzata a causa di una grave pestilenza, il papa che partecipava ala stessa, Gregorio I, ebbe una visione raffigurante l’arcangelo Michele che ringuainava la spada. Interpretando ciò come il segno della fine dell’epidemia, si iniziò a chiamare quel luogo Castel S. Angelo e nel XII secolo venne posto sul punto più alto un angelo (la statua verrà rifatta più volte nel corso dei secoli, l’attuale risale al 1753 ed è un’opera di Pierre van Verschaffelt).

La struttura ebbe una storia travagliata e subì anche differenti modifiche e trasformazioni nel corso dei secoli. Dal VI secolo e sino al 1901 venne anche utilizzato come prigione e furono parecchi i nomi illustri che qui vennero rinchiusi. Divenne poi caserma e, dal 1906, museo. Consigliamo di prenotare con largo anticipo il b&b, hotel o casa vacanze nella capitale. Su internet, cercando “b&b Roma centro” o B&B Roma Vaticano” troverete molte strutture da prenotare.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *