breaking news

MAO, il nuovo Museo di Arte Orientale a Torino

febbraio 25th, 2009 | by Red
MAO, il nuovo Museo di Arte Orientale a Torino
Arte & Cultura
0

Inaugurato a Dicembre 2008, il MAO, è il nuovo Museo d’Arte Orientale di Torino.
Nelle sale del Palazzo Mazzonis che ospita il museo ci sono collezioni provenienti da diverse zone dell’Asia.

La zona del Ghandara un’area compresa fra Afghanistan e Pakistan occidentale ha fatto arrivare fino ai giorni nostri la produzione artistica di ispirazione buddhista risalente ai secoli tra il II a.C e il V sec. d.C.

Dalla zona del Kashmir, dell’India in senso più ampio, dal Pakistan Orientale e dello Sri Lanka arrivano pietre, bronzi, terrecotte e dipinti su cotone del lungo periodo compreso II sec. a.C. al XIX sec.

La produzione artistica proveniente dal Sudest Asiatico, l’area che comprende Thailandia, Birmania, Laos, Vietnam, Cambogia e Indonesia, ha una forte l’influenza indiana e proviene da più periodi storici.

La Cina, con la sua storia millenaria e la grande estensione del suo territorio hanno generato diverse manifestazioni artistiche.

All’interno del museo ci sono anche molti reperti risalenti alle aree del Giappone, dell’Himalaya e dell’Islam.

MAO – Museo d’arte Orientale
Via San Domenico 11, Torino
tel. 011.4436927

Orari
Da martedì a domenica: ore 10-18
Chiuso il lunedì.

Biglietto unico valido tutto il giorno per le collezioni permanenti e per le mostre temporanee:

  • intero euro 7,50
  • ridotto euro 6,00

Ingresso libero il primo martedì del mese, se non festivo.

Da sabato 7 marzo 2009 sarà attivato il servizio di visite guidate a orari fissi:

  • tutti i sabati alle ore 11,30 e alle 16,30 visita guidata di una galleria a rotazione della durata di durata 1 ora
  • tutte le domeniche alle ore 16,00 visita guidata di tutte le collezioni della durata di durata 2 ore

Tariffa:  biglietto di ingresso + € 3,00 a persona per il servizio di visita guidata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *