breaking news

Antichità e romanticismo nella vecchia Danzica

febbraio 8th, 2010 | by Red
Antichità e romanticismo nella vecchia Danzica
Arte & Cultura
0
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Danzica, affascinante città della Polonia, ne è anche il porto principale ed è il capoluogo del Vovoidato di Pomerania.
Sorge sulla costa sud dell’omonimo golfo, sul mar Baltico e i suoi abitanti si chiamano Gedanesi, dall’antico nome latino della città, Gedanum.

Per conoscere da vicino la storia di Danzica dobbiamo addentrarci nel centro della città, attraversato dai canali Motlawa e Radunia.
Nello stile architettonico prevalgono il gotico e il rinascimentale e gli edifici più belli sorgono lungo la via Dluga, raggiungibile attraverso la porta d’oro, risalente al XVI secolo.
Non lontano sorgono il Castello di S.Giorgio e il Palazzo del municipio, che ospita il museo cittadino.
Monumento simbolico della città è la Fontana del Nettuno, posta di fronte ad un imponente edificio del quartiere, il Castello di Artus, in stile rinascimentale.
Sulla via Dluga si affacciano le case patrizie, la più importante delle quali è la Zlota Kamienica (Casa d’oro), risalente al ‘600, ricca di bassorilievi dorati.
Attraversando i moli incontriamo gallerie d’arte che si alternano a numerose piccole gioiellerie, le quali lavorano l’ambra grigia, il grande tesoro del Baltico, dando vita a creazioni di singolare bellezza.
Parallela alla via Dluga possiamo ammirare la via Mariacka, affascinante strada dove si respira un’atmosfera antica e romantica, tipica della vecchia Danzica.
In fondo alla strada si erge l’imponente Chiesa della Santa Vergine Maria, la cui costruzione a causa delle immense proporzioni, richiese ben159 anni di lavoro, essendo infatti, la sesta Chiesa al mondo per dimensioni.
Spostandoci verso la zona sud troviamo molti tesori d’arte tra cui la sw. Trojcy (chiesa della SS.Trinità) e il museum Narodowe, che ospita il famoso dipinto di Hans Memling, “Il giudizio universale”, molti dipinti di scuola polacca e i rinomati mobili di Danzica.
Proseguendo il nostro viaggio, non possiamo non visitare il più bello dei sobborghi, Oliwa, situato a nord della città vecchia.
Da vedere infine è sicuramente il monastero cistercense, la cui cattedrale è sintesi di elementi, rinascimentali, barocchi e roccocò.

Danzica ci offre la possibilità di vivere un’esperienza unica e stimolante, che ci coinvolge totalmente proiettandoci indietro nel tempo, grazie ai monumenti e alle grandi opere architettoniche di cui è ricca, testimonianza di una storia che ha antiche radici e di una cultura variegata che ha subito le influenze dei più vari stili.

Foto- www.solotravel.it/14112007/danzica-polonia/

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *